Gnomò

gnomo1“Lo Gnomò è un tipo di gnomo campestre, piuttosto basso e molto socievole, ma poco incline a far amicizia con l’uomo. Ama la natura, è goloso di bacche colorate, adora ballare e durante le notti di luna piena segue il canto dell’assiolo.
Indossa buffi gilet sgargianti e predilige il colore rosso papavero e verde muschio.
I giovani Gnomò sono alquanto dispettosi, gioviali e amano divertirsi, per questo spesso vengono confusi con i folletti Farfarelli o Gignarelli, dai quali si distinguono per la riccia e folta chioma.
Le ragazze e le donne Gnomò amano intrecciare i lunghi capelli, agghindando la capigliatura con fiori ed erbe profumate che trovano nel sottobosco. Sono molto carine, con il naso all’insù e lo sguardo fiero. La storia delle origini degli Gnomò si perde nella notte dei tempi…” pag. 7

gnomo2Avete mai sentito dei leggerissimi passi dietro di voi mentre passeggiavate per le colline dell’Oltrepò? Vi è mai capitato di intravedere in un cespuglio una piccola chioma riccia che subito è scomparsa? Se vi è successo qualcosa di simile, allora avete già conosciuto questi abitanti speciali del piccolo popolo, gli Gnomò.
Elisa e Angelo hanno voluto raccogliere tutte le loro avventure in un libro, “Tra draghi, streghe e Gnomò dell’Oltrepò”: questi piccoli amici infatti vivono solo nelle nostre terre e ne combinano di tutti i colori! C’è chi fa i dispetti alla strega cattiva di Tiburia, chi aiuta una dolce vecchina a non cadere nel tranello di una principessa e chi cerca di proteggere il segreto più segreto di tutto l’Oltrepò. Gli Gnomò sono questo e molto altro.
Per conoscere tutte le loro avventure, correte alla libreria Ticinum di Voghera, in via Bidone 20: nel libro troverete dei ritratti esclusivi degli Gnomò, ritratti che un’unica persona, Guido Conti, illustratore, ha potuto fare.

Le fiabe più belle hanno sempre un legame con il territorio: la fantasia di Angelo Vicini e Elisa Pianetta ha creato questo legame personificandolo nella figura degli Gnomò.
“Tra draghi, streghe e Gnomò dell’Oltrepò” è un libro semplice e originale, adatto ai bambini dai 4 ai 10 anni, con il quale i più piccoli possono imparare usanze, luoghi e tradizioni dell’Oltrepò pavese: dal salame di Varzi al castello di Oramala, dalla fisarmonica di Stradella alla Cena delle Sette Cene.
Il libro è un po’ la missione di Angelo ed Elisa: avvicinare anche i bambini a quel meraviglioso mondo fatto di fantasia ed emozione che è la lettura.

Leggete una fiaba fantastica, in una terra che esiste davvero.